Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo turco ha diffuso alcune registrazioni audio come presunta prova degli avvertimenti lanciati ieri dal centro di comando della base militare di Diyarbakir al jet Su-24 russo per avvisarlo della violazione dello spazio aereo turco.

Oggi pomeriggio Konstantin Murakhtin, il navigatore del jet abbattuto salvatosi dopo essersi paracadutato, ha assicurato di "non aver violato" lo spazio aereo "nemmeno per un secondo e di non essere stato avvertito in nessun modo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS