Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consigliere federale Johann Schneider-Ammann ha preso parte oggi a Tbilisi, in Georgia, all'assemblea annuale della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers), chiamata a definire l'orientamento strategico dell'istituzione per il prossimo quinquennio.

La Bers è stata fondata nel 1991 per agevolare il passaggio verso l'economia di mercato dei paesi ex sovietici e dell'Europa centrale e secondo quanto indicato dal portavoce di Schneider-Ammann nel corso della riunione sono stati definiti cinque assi prioritari: il sostegno alle piccole e medie imprese, l'energia sostenibile, la promozione del ruolo della donna, la transizione economica e il consolidamento del mercato monetario e dei capitali.

Il consigliere federale ha approfittato della sua presenza nella capitale georgiana per incontrare il ministro dell'economia Giorgi Kvirikashvili, che ha chiesto alla Svizzera aiuti per lo sviluppo dell'industria turistica georgiana e dell'agricoltura di montagna.

La Bers, con sede a Londra, ha investito lo scorso anno 8,9 miliardi di euro, il 5% in più rispetto al 2013, archiviando i conti con una perdita netta di 568 milioni. Sulle attività ha inciso pesantemente la crisi ucraina che ha indotto la Banca a congelare tutte le attività in Russia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS