Navigation

Johnson, secondo picco sarebbe un disastro

Johnson mette in guardia la popolazione. KEYSTONE/EPA/NEIL HALL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 aprile 2020 - 11:45
(Keystone-ATS)

Il coronavirus "è un aggressore inatteso e invisibile nel suo assalto fisico, come posso dirvi per esperienza personale". Lo ha detto il premier inglese Boris Johnson nel suo primo discorso alla nazione da Downing St. dopo la guarigione.

Johnson ha assicurato che il Regno Unito ha "iniziato a metterlo al tappeto" grazie al rispetto del lockdown, ma che serve prudenza, dicendo di capire il peso "delle misure di distanziamento sociale", non senza avvertire però che occorre evitare un secondo picco che sarebbe pure "un disastro economico".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.