Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

JPMorgan pagherà 920 milioni di dollari alla autorità inglesi e americane per risolvere la disputa sulla "Balena di Londra", il trader Bruno Iksil che ha assunto posizioni talmente importanti sul mercato dei derivati da influenzarne l'andamento. Lo afferma la Fed.

Il patteggiamento di JPMorgan con le auorittà inglesi e americane per la "Balena di Londra" è uno dei maggiori per una singola strategia di trading, riporta il Wall Street Journal.

La Sec, l'Office of the Comptroller of the Currency, la Fed e l'inglese Financial Conduct Authority hanno accusato la banca di controlli deboli sulle scommesse che sono costate a JPMorgan 6,2 miliardi di dollari di perdite. Iksil ha preso posizioni così grandi sui 'credit default swap' da scuotere i prezzi dei derivati sul rischio default di varie società.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS