Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

JU: accusato di stupro, evade durante il processo a Porrentruy

Il Tribunale cantonale di Porrentruy è ubicato nel castello che sovrasta la città giurassiana

KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS

(sda-ats)

Un cittadino portoghese a processo per presunto stupro ha approfittato oggi di un'interruzione dell'udienza in appello a Porrentruy (JU) per evadere.

Grazie alla collaborazione con la gendarmeria francese l'uomo è stato poi riacciuffato a Belfort (Francia) a una trentina di chilometri di distanza dalla frontiera.

Condannato nel marzo scorso in prima istanza a un anno e mezzo di prigione con la condizionale per atti sessuali con fanciulli, l'imputato era nel frattempo rientrato nel suo Paese di origine. Stamane si è comunque presentato al processo in appello, visto che contro la sentenza di primo grado erano stati interposti due ricorsi.

Da una parte, la procura ha chiesto di raddoppiare la pena, portandola a tre anni di prigione, di cui uno da scontare. Inoltre, prendendo in considerazione il domicilio attuale all'estero dell'imputato, ha preteso il suo arresto immediato, si legge in una nota del Tribunale cantonale.

A sua volta, anche l'imputato aveva presentato un ricorso contro la decisione di prima istanza.

Oggi, dopo essere stato fermato in territorio francese, l'uomo ha accettato di essere messo a disposizione della giustizia elvetica. Dormirà in prigione fino al termine del processo e alla lettura della sentenza prevista per venerdì mattina, ha precisato il Tribunale.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.