Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'UDC e il PLR ieri hanno guadagnato seggi anche nel rinnovo del Gran Consiglio del canton Giura: i democentristi raddoppiano la loro presenza e dispongono ora di 8 mandati, i liberali-radicali guadagnano una poltrona e hanno ora 9 rappresentanti.

Perdono invece popolari-democratici, socialisti e CS-POP (estrema sinistra). Stabili Verdi e Partito cristiano-sociale indipendente (PCSI).

Il prossimo parlamento cantonale sarà quindi così composto: 17 PPD (-2), 12 PS (-2), 9 PLR (+1), 8 PCSI (invariato), 8 UDC (+4), 4 Verdi (invariato) e 2 CS-POP (-1). La destra dispone così di 34 deputati, la sinistra (PCSI compreso) di 26.

Ieri i giurassiani hanno proceduto anche all'elezione del Consiglio di Stato. Nessuno dei 18 candidati in lizza è riuscito ad ottenere la maggioranza assoluta. Il secondo turno è previsto l'8 novembre.

Tre rappresentanti del PPD figurano nei primi cinque posti, quante sono le poltrone da attribuire. Il "ministro" socialista uscente Michel Thentz si trova soltanto in sesta posizione. Attualmente l'esecutivo è composto di due PPD, due PS e un PLR.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS