Un ex dipendente della banca privata Julius Bär è stato condannato a dieci anni di prigione negli Usa nell'ambito di una vicenda di riciclaggio di denaro.

Dal 2014 l'ex collaboratore avrebbe aiutato a sottrarre circa 600 milioni di dollari dalla compagnia petrolifera statale venezuelana PDVSA.

L'uomo - in base alla sentenza pubblicata questa sera dal Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti - dovrà inoltre pagare una multa di 650'000 dollari alla giustizia americana.

L'ex dipendente, che ha lasciato la banca lo scorso maggio, è un cittadino tedesco domiciliato a Panama che durante il processo si era già dichiarato colpevole.

Gli atti criminali sono stati compiuti con ex collaboratori della PDVSA, professionisti del riciclaggio e membri dell'élite venezuelana.

Lo scorso agosto Julius Bär aveva indicato che stava conducendo un'inchiesta interna in relazione a questo caso. La banca aveva assicurato di collaborare strettamente con le autorità competenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.