Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo Credit Suisse, ora è il turno di Julius Bär: la banca zurighese rischia a sua volta una multa più elevata di quanto previsto in precedenza. Subito dopo che è stata resa nota l'entità delle sanzioni inflitte a Credit Suisse diversi esperti hanno corretto al rialzo le loro previsioni riguardo a multe analoghe a carico di Julius Bär, riferisce la "NZZ am Sonntag"

Gli analisti della Bank am Bellevue si aspettano ora un'ammenda di 800 milioni di dollari, una previsione definita però assai insicura, visto che Julius Bär non fornisce informazioni precise riguardo al volume di affari negli Usa.

Da parte sua Andreas Brun della Banca cantonale di Zurigo afferma di aver avanzato stime in passato di 300-400 milioni di franchi: ora però vi chi è chi arriva a ventilare la cifra del miliardo, aggiunge.

Contattata dal domenicale, la società Julius Bär non ha voluto dare indicazioni sullo stato delle trattative in corso con le autorità americane.

SDA-ATS