Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Julius Bär ha realizzato un utile netto in crescita del 56% su un anno a 179 milioni di franchi nel primo semestre (secondo le norme IFRS). L'utile netto corretto a livello contabile, ossia il risultato operativo, è stato di 287,6 milioni di franchi, in aumento del 10%, ha comunicato oggi Julius Bär. Alla fine di giugno gli attivi in gestione sono aumenti dell'8% rispetto alla fine di dicembre a 274 miliardi.

L'aumento dei fondi gestiti si spiega in particolare con la concretizzazione dell'integrazione dell'attività internazionale di amministrazione di patrimonio dell'americana Merrill Lynch (IWM), ha comunicato oggi Julius Bär. Al 30 giugno i fondi in gestione includevano una somma di 56 miliardi provenienti dall'IWM.

L'afflusso netto di nuovi capitali per il periodo in rassegna si è attestato a 7,5 miliardi di franchi (3,4 miliardi nello stesso periodo di un anno fa).

Julius Bär ha inoltre annunciato una cooperazione strategica con l'istituto israeliano Banca Leumi, che prevede in particolare l'acquisizione delle attività di banca privata in Svizzera di Leumi ossia dell'entità Leumi Private Bank.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS