Navigation

Karin Keller-Sutter madrina di un San Bernardo

La consigliera federale Karin Keller-Sutter con Zeus KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 ottobre 2019 - 17:47
(Keystone-ATS)

Karin Keller-Sutter è divenuta madrina di uno dei 35 cani San Bernardo della Fondazione Barry, oggi a Martigny (VS). La consigliera federale ha detto di apprezzare particolarmente i rapporti che si possono instaurare tra gli umani e questi animali.

"È il mio cane", ha detto Keller-Sutter al momento di vedere Zeus per la prima volta. Questo San Bernardo, nato l'11 aprile 2019, misura 70 centimetri per 45 chili.

"Tornerò a trovarlo", ha detto la responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia. "Al momento deve essere ancora educato", ha detto aggiungendo "mi piacerebbe che venisse a trovarmi tra qualche tempo a Berna. Diventare la sua madrina mi rende molto felice".

"Apprezzo in particolare il ruolo sociale, di buon compagno, che questi cani hanno con persone disabili o anziane", ha sottolineato la consigliera federale PLR al termine della visita del Museo dedicato ai cani San Bernardo. Keller-Sutter ha precisato di aver avuto diversi cani dalla sua infanzia.

Aperto nel 2006 il "Barryland - Musée et Chiens du Saint-Bernard" non aveva mai accolto finora un consigliere federale in visita ufficiale. Il Museo dovrebbe ingrandirsi a partire dal 2022. Un'estensione sotto forma di parco d'attrazione tematica incentrata sul San Bernardo è allo studio: Zeus ne è la mascotte.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.