Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Pakistan e India si sono reciprocamente accusati oggi di violazione del cessate il fuoco con l'utilizzazione di armi da fuoco leggere e pesanti lungo la Linea di Controllo (LoC, confine ufficioso fra i due Stati) in Kashmir, che hanno causato alcuni feriti.

Un portavoce del ministero della Difesa indiano ha accusato Islamabad, riferisce l'agenzia di stampa Ians, di aver aperto il fuoco con armi automatiche e mortai nel settore di Krishna Ghati del distretto di Poonch.

Già giovedì, ricorda ancora l'agenzia Ians, i militari pachistani hanno aperto il fuoco lungo la LoC causando la morte di una persona ed il ferimento di altre due.

Ma a Islamabad il portavoce del ministero degli Esteri ha accusato l'India di aver "aperto il fuoco lungo la LoC senza essere provocata, colpendo deliberatamente la popolazione civile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS