Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una dimostrazione di forza per il presidente.

KEYSTONE/AP/CHARLIE RIEDEL

(sda-ats)

Brett Kavanaugh ha giurato: è il 114mo giudice della Corte Suprema americana. Il Senato americano, con 50 voti a favore e 48 contrari, aveva in precedenza confermato la nomina.

"È un grande giorno per l'America", esulta il presidente Donald Trump, che si congratula con Kavanaugh e ringrazia l'Fbi per il "duro lavoro". Ma i Democratici assicurano che continueranno a dare battaglia: se al voto di novembre prenderanno il controllo della Camera, apriranno un'indagine seria su Kavanaugh e non è escluso l'impeachment.

Il voto del senato ha regalato a Trump la vittoria più importante della sua presidenza a un mese dalle cruciali elezioni di medio termine. Il Senato dice sì al giudice scelto da Trump, che si appresta a sostituire Anthony Kennedy alla Corte Suprema. A presiedere lo storico voto il vice presidente Mike Pence, costretto a sospendere le operazioni di voto in seguito alle proteste dei manifestanti in aula, allontanati rapidamente dalle forze dell'ordine. Mentre fuori dal Senato decine di dimostranti venivano arrestati.

Kavanaugh diventa così il 114mo giudice della Corte Suprema e sarà operativo già dalla prossima settimana. La sua nomina è destinata a cambiare pelle alla corte, che diventa così la più conservatrice della storia moderna americana.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS