Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NAIROBI - Due esplosioni di origine ancora ingota hanno provocato almeno cinque morti ieri durante un raduno nel centro di Nairobi contro il progetto di nuova Costituzione in Kenya. I feriti sono 80. È il primo incidente del genere dopo le violenze post-elettorali del 2008.
Il raduno nel parco di Uhuru era stato organizzato per rispondere all'appello delle chiese protestanti evangeliche in segno di protesta contro il progetto di futura Costituzione, che deve essere sottoposto a referendum ad agosto.
Le due esplosioni sono avvenute a distanza di 15 minuti di intervallo, provocando il panico fra la folla mentre gli organizzatori lanciavano un appello alla calma, secondo quanto mostrano le prime immagini trasmesse dalla tv.
Ignota al momento l'origine delle esplosioni anche se un responsabile della polizia sostiene che si è trattato di ordigni esplosivi lanciati sulla folla.
"Il governo farà tutto il possibile per arrestare i colpevoli. È un incidente isolato, non bisogna collegarlo al referendun sulla Nuova Costituzione", ha detto il primo ministro Raila Odinga.

SDA-ATS