Navigation

Kenya: polizia uccide civili, scontri e barricate

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 novembre 2011 - 15:45
(Keystone-ATS)

Scontri e disordini si sono verificati questa mattina a Kawangware, quartiere della periferia ovest di Nairobi, a poche decine di metri dal centro, dove centinaia di abitanti sono scesi in strada dopo l'uccisione da parte di un agente di polizia di un uomo e del figlio 14enne.

Secondo la ricostruzione dei media locali, all'alba la vittima, un venditore ambulante della zona, stava andando con il figlio al mercato locale quando è stato avvicinato da un ufficiale di polizia che era sulle tracce di due banditi che avevano poco prima messo a segno una rapina. I testimoni hanno riferito che i due sono stati uccisi da colpi d'arma da fuoco sparati a distanza ravvicinata.

Omicidio a sangue freddo che ha scatenato la rabbia dei residenti che hanno raggiunto la zona e per diverse ore hanno attuato una violenta protesta, scontrandosi con la polizia in assetto antisommossa.

Il capo del dipartimento per la sicurezza di Nairobi, Anthony Kibuchi, ha assicurato che sono già in corso le indagini per chiarire le circostanze che hanno portato all'uccisione di due innocenti. Nella stessa zona lo scorso anno sette tassisti furono uccisi dalla polizia in circostanze ancora da chiarire.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?