Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Circa 46 mila kirghizi sono rimpatriati dopo essersi rifugiati in Uzbekistan a seguito dei recenti scontri interetnici nel sud del Paese. Lo hanno reso noto le autorità di frontiera kirghize, riferendo che solo nelle ultime 24 ore oltre 10 mila persone hanno attraversato i vari punti di controllo tra i due Paesi, sullo sfondo di una situazione calma e priva di incidenti.
Secondo la stessa fonte, a fuggire in Uzbekistan sono state 75 mila persone, mentre le agenzie di aiuto internazionale stimano in 100 mila il numero dei rifugiati. Altre 300 mila persone sono state trasferite all'interno del Kirghizistan.
Vari analisti temono nuove violenze alla vigilia del referendum di domenica sulla nuova costituzione elaborata dopo la deposizione del presidente Kurmanbek Bakiev e l'insediamento di un governo provvisorio.

SDA-ATS