Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex presidente kirghizo Kourmanbek Bakiev è stato condannato a 24 anni e suo fratello Ianybech - all'epoca capo dei servizi di sicurezza - all'ergastolo per una serie di crimini quando erano al potere tra il 2005 e il 2010, comprese le uccisioni durante la violenta repressione della rivolta popolare di tre anni fa. Lo riferisce l'agenzia Interfax.

I due sono stati processati in contumacia, essendo fuggiti in Bielorussia dopo la rivoluzione della primavera del 2010. Minsk finora si è rifiutata di estradarli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS