Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BISHKEK - Il ministro della difesa del governo a interim del Kirghizistan, insediatosi ieri dopo la fuga del presidente Kurmanbek Bakiev, ha dichiarato che l'esercito e le guardie di frontiera del Paese sono tutte sotto il suo controllo.
"L'intero esercito e le guardie di frontiera sono ora sotto il nostro controllo. La forza militare non sarà mai più impiegata per risolvere problemi interni", ha detto il ministro delal difesa a interim, Ismail Isakov.
Dal canto suo, il ministro dell'interno dello stesso esecutivo provvisorio, Bolot Sherniasov, ha riferito che anche la polizia si è schierata dalla parte degli oppositori ed ora tiene sotto controllo la situazione nel Paese, carceri comprese.

SDA-ATS