Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Rosa Otunbaieva, la premier del governo provvisorio nominato dall'opposizione kirgiza, ha annunciato che non ci sarà "alcuna negoziazione" con il presidente Kurmanbek Bakiev, fuggito nella parte meridionale del Paese dopo la violenta rivolta di mercoledì. Bakiev si è invece detto pronto a negoziare con l'opposizione per evitare una guerra civile.
Bakiev, intervistato in una casa nella città di Djalal-Abad, suo bastione nel sud del Paese, ha detto: "Sarei pronto a sedermi al tavolo dei negoziati con l'opposizione". "Non ho in programma di lasciare il Paese e non mi dimetterò da presidente. Il mio obiettivo principale è prevenire il conflitto e la guerra civile".
Bakiev ha poi affermato di non aver mai dato l'ordine di sparara sui manifestanti, aggiungendo inoltre che né la Russia né gli Stati Uniti hanno avuto alcun ruolo nella sollevazione che ha portato agli scontri.
Secondo il capo del governo ad interim, Rosa Otunbaieva, "nel sud del Paese i sostenitori di Bakiev tentano di farlo tornare al potere".

SDA-ATS