Esperti della procura serba per i crimini di guerra hanno avviato ricerche nel villaggio di Kozarevo, presso Novi Pazar (Serbia sudoccidentale), dove si ritiene possa esserci una fossa comune con i resti di un centinaio di kosovari di etnia albanese.

Essi sarebbero stati uccisi nel conflitto armato con le forze serbe alla fine degli anni novanta.

Il sito, riferiscono i media a Belgrado, si trova a 30 km circa da Rudnica, presso Raska, dove di recente sono stati trovati i resti di 54 kosovari albanesi. Alle ricerche a Kozarevo partecipano anche rappresentanti della missione europea Eulex ed esperti forensi provenienti da Pristina.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.