Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia del Kosovo ha arrestato nella capitale Pristina 88 attivisti del movimento nazionalista di opposizione 'Autodeterminazione', fra i quali il fondatore e leader, Albin Kurti, che è deputato, e altri tre parlamentari.

Gli arresti sono stati compiuti nella sede del movimento, al termine della manifestazione antigovernativa svoltasi oggi nel centro di Pristina, che ha provocato quattro feriti: due poliziotti e due manifestanti. Sono stati eseguiti su mandati di cattura emessi dalla procura per i ripetuti atti illegali e gli episodi di violenza di cui sono stati protagonisti Kurti e gli altri deputati e militanti nelle ultime settimane.

Si tratta in particolare delle violenze di piazza in varie manifestazioni di protesta antigovernative e del blocco dei lavori parlamentari tentato da mesi da Kurti e altri parlamentari di Autodeterminazione, che a più riprese hanno lanciato in aula gas lacrimogeni. Gli arresti, ha detto la polizia, sono avvenuti nella sede del movimento e non durante la manifestazione del pomeriggio per evitare una ulteriore escalation della tensione in piazza.

L'opposizione protesta a oltranza da mesi per chiedere la denuncia degli accordi conclusi dal governo di Pristina con Serbia e Montenegro, in particolare quello relativo alla creazione della nuova Associazione delle comunità serbe in Kosovo e l'altro sulla demarcazione della frontiera con il Montenegro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS