Navigation

Kosovo: scontri a Pristina in raduno anti-privatizzazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 ottobre 2012 - 19:21
(Keystone-ATS)

Una manifestazione organizzata oggi a Pristina contro la privatizzazione della Compagnia pubblica di distribuzione dell'energia (Kek) è degenerata in violenti scontri con la polizia, che ha effettuato oltre 60 arresti.

Gli incidenti sono avvenuti davanti alla sede del governo kosovaro, dove si teneva la cerimonia di firma del contratto per la vendita della compagnia a una società turca.

Gli arrestati sono in larga maggioranza attivisti di 'Autodeterminazione', il movimento nazionalista che ha organizzato la protesta. 'Ladri, Ladri', 'Questa compagnia è nostra', hanno scandito a gran voce i dimostranti, contro i quali la polizia ha fatto uso di manganelli e gas lacrimogeni.

Secondo 'Autodeterminazione', terza forza politica in parlamento, negli scontri sarebbero rimasti feriti quattro manifestanti.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?