Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La missione della Serbia all'Onu ha reagito duramente all'appello con il quale il premier albanese Edi Rama, nel suo discorso all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, ha invitato tutti i Paesi del mondo a riconoscere l'indipendenza del Kosovo.

L'ambasciatore serbo Milan Milanovic ha accusato Rama di aver utilizzato il suo discorso per ingannare i Paesi membri delle Nazioni Unite affermando che il dialogo si tiene fra due stati - Serbia e Kosovo. In realtà, ha detto Milanovic, i colloqui sono tra il governo di Belgrado e i rappresentanti delle istituzioni temporanee di autogoverno in Kosovo.

Nel suo intervento all'Onu Rama ha detto che il sì all'indipendenza del Kosovo e la sua adesione alle Nazioni Unite rafforzano la stabilità e la pace nella regione balcanica, qualcosa che va a vantaggio anche della Serbia. Per l'ambasciatore serbo il Kosovo non è un Paese indipendente e non fa parte dell'Onu.

Il Kosovo è stato riconosciuto finora da poco più di cento dei 193 Paesi rappresentati all'Onu, compresi gli Usa e 23 dei 28 membri della Ue. Non lo riconoscono - oltre a Serbia, Russia e Cina - Spagna, Grecia, Romania, Slovacchia e Cipro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS