Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'agenzia di viaggi Kuoni prevede che l'invigorimento del franco avrà effetti "significativamente negativi" sull'utile netto ed operativo. Nell'attività di tour operator, in vendita, le prenotazioni sono nettamente diminuite nei primi cinque mesi dell'anno.

A fine maggio le riservazioni nell'unità Outbound, che riunisce le attività in partenza da Svizzera, Regno Unito, Benelux, India e Hong Kong (Outbound Europa/Asia) così come da Scandinavia e Finlandia (Outbound Nordic), sono scese del 13% rispetto ai primi cinque mesi del 2014. In valute locali la flessione è dell'8%.

In particolare ha sofferto il mercato elvetico, a causa dell'abbandono della soglia di cambio minima per l'euro, spiega Kuoni in un comunicato diffuso oggi. Al contrario è stata registrata un'evoluzione positiva in India, a Hong Kong e nel Benelux. Anche sui mercati nordici vi è stato un lieve miglioramento.

Verso le 10.30 il titolo Kuoni perdeva il 6,21% alla Borsa svizzera.

Le attività di tour operator, ossia l'organizzazione e la vendita di viaggi individuali e pacchetti, dovrebbero essere cedute ancora quest'anno. Il gruppo si attende un effetto chiaramente negativo sui risultati del gruppo da queste affari non proseguiti, a causa della difficile situazione sul mercato svizzero e dei costi legati al processo di vendita pari a circa 25 milioni di franchi.

Kuoni, fondata nel 1906, aveva annunciato in gennaio di volersi separare da tale business e di essere alla ricerca di uno o più acquirenti. La divisione dà lavoro a circa 3'800 persone e nel 2014 ha generato un fatturato di oltre 2 miliardi di franchi. Kuoni intende concentrarsi sulla sua attività principale di fornitore di servizi per l'industria turistica mondiale.

In questo ambito gli affari stanno effettivamente andando meglio: VFS Global, che si occupa di visti d'ingresso per conto di 45 governi, nei primi cinque mesi del 2015 ha elaborato l'11% di domande in più dello stesso periodo dell'anno scorso.

L'unità Global Travel Distribution (GTD), grossista e fornitore di pernottamenti e altri servizi per altri fornitori, ha visto crescere le prenotazioni del 4% in franchi e del 12% in valute locali. Global Travel Services (GTS), che organizza viaggi di gruppo e offre nei luoghi di destinazione servizi relativi ad alloggio, trasporti, escursioni, attività e manifestazioni, ha per contro subito un calo di rispettivamente il 14 e il 7%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS