Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Il numero uno elvetico dei viaggi Kuoni è rimasto nelle cifre rosse nel primo semestre, come nei primi sei mesi del 2009. Ha soltanto ridotto un poco la perdita netta, passata da 51 a 46,1 milioni di franchi nel giro di un anno.
Il miglioramento è più netto per la perdita operativa Ebit, passata da 48,7 milioni a 37,8 milioni di franchi. Il volume d'affari è rimasto stagnante a 1,756 miliardi (-0,2%).
Il gruppo rileva tuttavia in una nota odierna un miglioramento delle prenotazioni nelle ultime settimane e prevede per l'esercizio 2010 una crescita tra l'1 e il 5%. Sugli affari della prima metà dell'anno hanno pesato il vulcano islandese, la crisi politica in Thailandia e la crisi economica greca con i suoi scioperi. La nube vulcanica islandese e la conseguente sospensione dei voli in Europa è costata circa 15 milioni all'agenzia di viaggi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS