Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I giovani non possono effettuare lavori pericolosi, ma sono possibili eccezioni per chi ha almeno 16 anni. Questo limite adesso dovrebbe essere abbassato a 15 anni. Durante l'indagine conoscitiva che si è conclusa oggi nessuno si è opposto all'idea di ridurre di un anno il limite attuale, ma le opinioni di datori di lavoro e rappresentanti delle maestranze divergono per quanto riguarda le modalità d'applicazione.

La modifica della relativa ordinanza è legata al Concordato HarmoS, (l'Accordo intercantonale sull'armonizzazione della scuola obbligatoria) e al fatto che sempre più spesso i ragazzi smettono di studiare prima di avere 16 anni.

Sono considerate attività pericolose tutte quelle che implicano contatto con agenti chimici tossici, come pure i lavori molto rumorosi o che comportano rischi di incendio, esplosione, malattie o l'impiego di macchinari ad alto rischio di incidenti.

Nel progetto d'ordinanza è previsto che le competenti associazioni professionali e settoriali e i partner sociali fissino delle misure d'accompagnamento relative alla sicurezza sul lavoro e alla protezione della salute. Per questo possono consultare anche specialisti. I provvedimenti dovranno poi essere approvati dalla Segreteria di stato per la formazione.

In futuro quindi solo le imprese che rispetteranno queste disposizioni potranno formare apprendisti nei settori considerati pericolosi. Attualmente, sono esaminati alcuni aspetti legati alla sicurezza e alla protezione della salute, ma le modalità variano da cantone a cantone.

SDA-ATS