Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) fa sapere che appoggia un progetto di ricerca volto a simulare gli incidenti avvenuti ai reattori 1 e 3 della centrale nipponica di Fukushima. Il progetto è stato avviato nel 2012 dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE).

I risultati dovranno permettere di "migliorare i codici di calcolo per la simulazione di incidenti gravi" e offrire un sostegno "in materia di pianificazione dei lavori di smantellamento e di risanamento", ha indicato oggi l'Ispettorato.

Al progetto, che è coordinato dall'agenzia giapponese per il controllo atomico, partecipano oltre alla Svizzera, Germania, Corea del Sud, Spagna, USA, Francia, Giappone e Russia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS