Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gigante francese della bellezza L'Oreal ha fatto registrare nel 2010 una "forte crescita in vendite e profitti", con un fatturato di 19,5 miliardi di euro (+11,6%) e un profitto operativo di 3,057 miliardi (+18,6%), pari al 15,7% degli introiti.

L'utile netto esclusi i fattori non ricorrenti, scrive la società in una nota, è stato di 2,37 miliardi, e l'utile per azione di 4,01 euro, in aumento del 17,2% rispetto all'anno precedente.

"Il gruppo - ha commentato in una nota l'amministratore delegato Jean-Paul Agon, di cui è stata confermata la nomina anche a presidente - è avanzato in tutte le aree, su tutti i canali e i segmenti di business; più dinamico del mercato, ha sostenuto la sua posizione di numero uno mondiale della bellezza".

La crescita del gruppo è stata particolarmente forte nei "nuovi mercati", che hanno registrato vendite in espansione del 22,4%, e soprattutto in America Latina, dove l'aumento del giro d'affari è stato di oltre il 32%. In Europa, L'Oreal ha registrato una crescita "lievemente più rapida del trend di mercato", al 2,6%, con risultati particolarmente positivi in Gran Bretagna, Germania, Svezia e Francia.

Il consiglio di amministrazione, precisa ancora la società, ha deciso di proporre all'assemblea generale un dividendo di 1,80 euro per azione, in crescita del 20% rispetto a quello versato nel 2009.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS