Il gigante francese della bellezza L'Oreal ha fatto registrare nel 2010 una "forte crescita in vendite e profitti", con un fatturato di 19,5 miliardi di euro (+11,6%) e un profitto operativo di 3,057 miliardi (+18,6%), pari al 15,7% degli introiti.

L'utile netto esclusi i fattori non ricorrenti, scrive la società in una nota, è stato di 2,37 miliardi, e l'utile per azione di 4,01 euro, in aumento del 17,2% rispetto all'anno precedente.

"Il gruppo - ha commentato in una nota l'amministratore delegato Jean-Paul Agon, di cui è stata confermata la nomina anche a presidente - è avanzato in tutte le aree, su tutti i canali e i segmenti di business; più dinamico del mercato, ha sostenuto la sua posizione di numero uno mondiale della bellezza".

La crescita del gruppo è stata particolarmente forte nei "nuovi mercati", che hanno registrato vendite in espansione del 22,4%, e soprattutto in America Latina, dove l'aumento del giro d'affari è stato di oltre il 32%. In Europa, L'Oreal ha registrato una crescita "lievemente più rapida del trend di mercato", al 2,6%, con risultati particolarmente positivi in Gran Bretagna, Germania, Svezia e Francia.

Il consiglio di amministrazione, precisa ancora la società, ha deciso di proporre all'assemblea generale un dividendo di 1,80 euro per azione, in crescita del 20% rispetto a quello versato nel 2009.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.