Navigation

La BNS ha ancora 18 miliardi di dollari di attivi tossici UBS

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 dicembre 2010 - 16:21
(Keystone-ATS)

BERNA - La Banca nazionale svizzera (BNS) deteneva alla fine del terzo trimestre 17,9 miliardi di dollari di attivi tossici dell'UBS. L'istituto di emissione aveva rilevato dall'UBS posizioni a rischio per un totale di 39,1 miliardi di dollari, ha ricordato la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf rispondendo a Meinrado Robbiani (PPD/TI) durante l'ora delle domande al Consiglio nazionale.
Robbiani voleva sapere a quanto ammontano i titoli tossici dell'UBS ora che "Babbo Natale si appresta a versare nuovi bonus miliardari". La ministra della finanze gli ha ricordato le cifre rese note il mese scorso dalla BNS: il rischio complessivo si è ridotto a 17,9 miliardi di dollari, il prestito per il fondo di stabilizzazione si è ridotto da 25,8 a 14,7 miliardi. Il valore contabile degli attivi tossici ammontava a 16 miliardi di dollari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?