Navigation

La Borsa svizzera apre piatta

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 novembre 2019 - 09:20
(Keystone-ATS)

Apertura piatta per la Borsa svizzera, con l'indice SMI dei titoli guida che dopo i primi scambi segna un leggero rialzo dello 0,06% a 10'315,60 punti, mentre l'indice SPI perde lo 0,04% a quota 12'461,82.

Avvio di seduta in calo per Milano (l'indice Ftse Mib segna una flessione dello 0,34% a 23'454 punti), Parigi (CAC 40 -0,27% a 5'873,74 punti), Francoforte (DAX -0,44% a 13’170 punti) e Londra (FTSE-100 -0,43% a 7’326 punti).

Anche la Borsa di Tokyo stamane ha terminato la prima seduta della settimana col segno meno, con gli investitori che hanno fatto scattare le prese di profitto quando l'indice è ai massimi in un anno, mentre l'attenzione è tornata a concentrarsi sulle negoziazioni del commercio internazionale in corso tra Cina e Usa. Il Nikkei ha ceduto lo 0,26%, a quota 23'331,84 punti.

Venerdì sera Wall Street aveva chiuso positiva, con il Nasdaq e lo S&P 500 che avevano toccato nuovi record. Il Dow Jones era salito dello 0,01% a 27'678,22 punti, il Nasdaq era progredito dello 0,48% a 8'475,31 punti, mentre lo S&P 500 aveva messo a segno un progresso dello 0,25% a 3'092,97 punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.