Navigation

La bottiglia dal Reno al Sudafrica è uno scherzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 gennaio 2012 - 13:46
(Keystone-ATS)

La bottiglia gettata nel Reno 30 anni fa e finita in Sudafrica, con all'interno un messaggio, è tutto uno scherzo. "Sono stato preso in giro", ha raccontato all'ats Walter Kühnis, di Oberriet (SG), confermando così una notizia del St. Galler Tagblatt.

All'inizio di gennaio l'uomo aveva rivelato al quotidiano sangallese di aver ricevuto da Città del Capo un messaggio che lui 30 anni prima aveva messo in una bottiglia e affidato alle acque del Reno. Dopo aver preso contatto con la mittente sudafricana, Kühnis si sarebbe informato sulla probabilità che la sua bottiglia sia potuta finire su una spiaggia dell'Africa del sud.

Quando poi ha ricontattato la donna che gli aveva rispedito il messaggio, ha saputo dalla stessa che si trattava di uno scherzo. Alcuni amici tedeschi le avevano consegnato la bottiglia trovata sulla riva germanica del Lago di Costanza e la donna l'aveva portata con sé in Sudafrica da dove l'aveva rispedita a Oberriet.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?