Navigation

La Chaux-de-Fonds: sospeso sindaco UDC Jean-Charles Legrix

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 agosto 2013 - 15:41
(Keystone-ATS)

Crisi politica a La Chaux-de-Fonds (NE): il Municipio ha annunciato oggi di aver sospeso il sindaco UDC Jean-Charles Legrix, capo del dicastero infrastrutture ed energia. Un rapporto afferma che il democentrista si è reso colpevole di mobbing.

Siccome Legrix è stato eletto dal popolo, non può essere destituito dalla sua funzione, ma rimarrà un municipale "senza portafoglio". Potrà partecipare comunque alle sedute del Municipio. Tutti i servizi di sua competenza sono stati ripartiti tra i quattro altri membri dell'esecutivo, ha spiegato oggi il Municipio. Nuovo sindaco è Pierre-André Monnard (PLR). Legrix non assumerà più alcun mandato di rappresentanza del comune.

Nei confronti dell'esponente dell'UDC, il Municipio aveva aperto un'inchiesta. Le sue conclusioni sono molto severe: certi comportamenti assunti dal democentrista sono riconducibili al mobbing. L'atteggiamento del municipale, accusato di lesioni ripetute al principio della protezione della personalità e intrusione nella sfera privata, ha generato un ambiente di paura e grande sofferenza tra numerosi collaboratori. Il rapporto si basa su 47 colloqui individuali.

Per le autorità questo clima non è accettabile da parte di un datore di lavoro responsabile. Queste pratiche mettono in pericolo la buona esecuzione del servizio pubblico che è dovuto alla popolazione, ha precisato il Municipio giustificando la sua decisione. L'esecutivo indica che il principale interessato ha respinto la maggior parte delle conclusioni del rapporto, realizzato dal 22 maggio all'11 luglio.

La nuova organizzazione transitoria del Municipio sarà approvata durante la seduta di mercoledì prossimo. Altre misure derivanti da questo rapporto saranno prese nelle prossime settimane.

L'esponente dell'UDC, che non si è opposto alla realizzazione di questo rapporto, è entrato in Municipio nel 2010 succedendo nel corso della legislatura a Pierre Hainard.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.