Navigation

La Cina premia le scoperte scientifiche più bizzarre

Anche i dinosauri soffrivano di artrosi cervicale KEYSTONE/AP Riotur/ALEXANDRE MACIEIRA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2019 - 12:19
(Keystone-ATS)

Le lingue dei gatti sono più efficienti delle spazzole, vacanze più lunghe allungano la vita, anche i dinosauri soffrivano di problemi alla cervicale.

Sono alcune delle scoperte che hanno ottenuto il riconoscimento cinese per le ricerche scientifiche più bizzarre. Il premio Ananas, equivalente orientale dei premi Ig Nobel, la parodia statunitense dei Nobel, è assegnato in campi come la psicologia, la fisica e la biologia. Dieci sono andati a scienziati di livello internazionale che hanno basato le loro scoperte apparentemente banali su serie ricerche scientifiche.

David Hu e il suo team del Georgia Institute of Technology, ad esempio, hanno vinto il premio di quest'anno per aver "portato una nuova alba nell'industria dei pennelli", 10.000 anni dopo l'invenzione di questo strumento. Basandosi su ricerche condotte sulle lingue dei felini, Hu ha progettato una spazzola altamente efficiente, in grado di risparmiare sull'utilizzo di detergenti, che simula la microstruttura uncinata di una lingua di gatto.

Per tutta la storia della medicina, la spondilosi cervicale è stata considerata una malattia che colpisce unicamente gli esseri umani, nata dalla necessità di sostenere la testa direttamente sul tratto cervicale della colonna vertebrale. Ma Xing Lida, professore presso la China University of Geosciences, e il suo team composto da paleontologi provenienti da Cina, Stati Uniti e Giappone, si sono resi conto che gli esseri umani non hanno il monopolio di questo disturbo. Il gruppo ha trovato tracce di artrosi cervicale nei fossili di dinosauro, una scoperta che gli ha assicurato un premio Ananas per la biologia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.