Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La Comco lancia inchiesta su banche svizzere

La Comco sospetta un boicottaggio delle soluzioni di pagamento mobile di operatori internazionali come Apple Pay e Samsung Pay.

Keystone/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

La Commissione della concorrenza (Comco) ha aperto un'inchiesta contro diverse banche e istituti finanziari svizzeri, sospettando un loro boicottaggio delle soluzioni di pagamento mobile di operatori internazionali.

Lo ha annunciato stamane lo stesso gendarme della concorrenza, che ha effettuato perquisizioni presso gli istituti in questione.

L'inchiesta, aperta il 13 novembre, permetterà di chiarire - indica la Comco in una nota - se diversi istituti finanziari si sono accordati per boicottare le soluzioni di pagamento mobili offerte da operatori esteri come Apple Pay e Samsung Pay. Il sospetto è che gli istituti finanziari si siano accordati per non sbloccare le proprie carte di credito per l'uso di Apple Pay e Samsung Pay per favorire la soluzione svizzera TWINT.

Oggetto dell'indagine sono - in ordine alfabetico - Aduno Holding AG, Credit Suisse (Schweiz) AG, PostFinance AG, Swisscard AECS GmbH e UBS Switzerland AG.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.