Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Mobiliare ha chiuso il 2015 con un volume di premi in aumento e un risultato - come era nelle attese - in calo. L'utile consolidato si è attestato a 383 milioni di franchi, in flessione del 36% rispetto all'anno precedente.

In un comunicato odierno l'assicuratore organizzato nella forma di cooperativa parla comunque di un risultato "eccellente". Questo perché l'utile dell'anno precedente, pari a 596 milioni di franchi, comprendeva un effetto straordinario di 161 milioni di franchi derivante dalla cessione della partecipazione in Nationale Suisse.

I premi lordi sono progrediti dell'1,3% a 3,52 miliardi, con una sensibile crescita in particolare nel ramo non vita (+3,3% a 2,74 miliardi. In questo campo La Mobiliare ha acquisito quote di mercato, perché l'incremento medio del settore è stato stimato allo 0,5%. La combined ratio (rapporto fra costi e ricavi) è migliorata, passando dal 91,9% all’88,7%.

Nel ramo vita i premi sono per contro scesi del 5,3% a 775 milioni. La flessione è dovuta principalmente alla previdenza professionale, che ha registrato un andamento negativo. Nella previdenza privata il volume di premi è aumentato complessivamente del 3,2%.

L'attività legata agli investimenti mostra un risultato di 235 milioni di franchi, contro i 433 milioni dell'anno precedente (escluso l'effetto Nationale Suisse). La flessione è dovuta principalmente a maggiori ammortamenti sugli investimenti di capitale, in particolare sulle azioni e sull'oro, e a minusvalenze.

Sugli investimenti di capitale per un valore contabile medio di 15,7 miliardi di franchi è stato conseguito un rendimento dell'1,5% (2,9% nel 2014). Il gruppo sottolinea di disporre di un'ottima dotazione di capitale proprio, pari a 4,8 miliardi di franchi. La somma di bilancio si è attestata 17,9 miliardi.

Rallegranti novità sono in vista per i clienti: da luglio 2015 a giugno 2016 tutti coloro che dispongono di un'assicurazione economia domestica e stabili beneficiano di una riduzione dei premi del 20%. Inoltre un importo complessivo di 155 milioni di franchi finanzierà lo sconto del 10% che per un anno, a partire dalla metà del 2016, sarà applicato ai premi delle assicurazioni veicoli e imprese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS