Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I timori per il virus ebola fanno schizzare le quotazioni del cacao: il costo ha infatti raggiunto livelli ineguagliati dalla primavera del 2011 a causa del timore che l'epidemia possa colpire i due più grandi produttori di fave di cacao al mondo, la Costa d'Avorio e il Ghana, paesi molto vicini alle zone contaminate.

Nelle ultime due settimane, le quotazioni delle fave di cacao sono schizzate di circa il 10%, raggiungendo ieri livelli non toccati da oltre tre anni con un valore di 3.399 dollari la tonnellata a New York.

Ottobre, rilevano gli esperti, è un mese critico per il mercato del cacao poiché è l'inizio della raccolta. Problemi nel trasporto o mancanza di manodopera nei due paesi maggiori produttori mondiali potrebbero dunque fare alzare significativamente i prezzi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS