Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Posta aumenterà le tariffe per il trasporto di giornali e riviste, attualmente deficitario. Il prezzo salirà annualmente di due centesimi per ogni esemplare fra il 2013 e il 2015. L'associazione dei media privati Stampa Svizzera si oppone alla decisione.

Attualmente in questo settore il deficit ammonta a 101 milioni di franchi all'anno, ha spiegato all'ats Olivier Flüeler, portavoce della Posta, confermando una notizia pubblicata oggi dal "SonntagsBlick". Con un aumento totale di 6 centesimi, nel 2015 il disavanzo potrebbe essere ridotto a 50 milioni.

Negli ultimi cinque anni il Gigante Giallo ha fatto ricadere sul trasporto di giornali solo i costi del rincaro, rinunciando ad altri aumenti nonostante il deficit, ha precisato Flüeler.

Stampa Svizzera rifiuta questo aumento, imposto senza che ci siano state discussioni, ha dichiarato all'ats il suo portavoce, Hanspeter Lebrument. Un incontro con i vertici della Posta è previsto ad inizio ottobre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS