Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Segreteria di Stato dell'economia (SECO) prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) della Svizzera dell'1,3% nel 2013, invariato rispetto alla precedente stima formulata in dicembre. Per il 2014, anticipa un tasso di crescita del 2,1%, contro il precedente 2%.

L'economia svizzera è spinta dai venti favorevoli dei mercati finanziari internazionali e dal ritorno del dinamismo, che si profila, dell'economia mondiale, osserva la Seco in una nota.

La stabilità della congiuntura in Svizzera e il miglioramento delle prospettive per l'industria d'esportazione lasciano presagire una ripresa progressiva nel corso dell'anno e nel 2014, rileva il gruppo d'esperti della Confederazione.

I rischi sono diminuiti però solo parzialmente. La crisi profonda che colpisce i paesi del sud dell'Europa genera rischi per la stabilità politica e la coesione sociale di questi paesi, rileva la Seco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS