Navigation

La siccità in Svizzera continua

Continua il periodo di siccità che ha colpito la Svizzera. Immagine d'archivio. KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 aprile 2020 - 17:08
(Keystone-ATS)

La siccità che sta interessando la Svizzera continua imperterrita. Secondo Stephan Bader di MeteoSvizzera, l'altipiano centrale e il nord e nord-ovest del Paese sono particolarmente colpiti.

L'aridità è presente ad ogni modo ovunque nella Confederazione, come si evince la mappa del progetto di ricerca Drought-CH, che sorveglia siccità e livello delle acque. Le precipitazioni sono scarse, in Ticino e nel nord delle Alpi sono inferiori alla media.

Il livello dei laghi e dei fiumi è troppo basso. Questo perché anche la quantità d'acqua fornita dallo scioglimento della neve è inferiore al solito, in particolare nelle zone al di sotto dei 1800 metri di quota che solitamente fanno da serbatoio al Reno e all'Aare.

Il tutto rende difficile anche la vita degli agricoltori, ha sottolineato dal canto suo Sandra Helfenstein, portavoce dell'Unione svizzera dei contadini (USC). La situazione è lievemente migliore per coloro che lavorano nelle regioni alpine, dove si è registrata qualche pioggia.

I Cantoni Vaud, Neuchâtel, Friburgo, Vallese e Zurigo e quasi tutta la Svizzera centrale hanno vietato i di accendere fuochi nei boschi, mentre Ticino e Grigioni hanno optato per un divieto totale di fuochi all'aperto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.