Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Con la terza riforma della fiscalità delle imprese e Confederazione e Cantoni verranno a mancare un gran pacco di soldi.

Keystone/

(sda-ats)

Parte la campagna contro la terza riforma della fiscalità delle imprese. La sinistra ha tempo fino al 6 ottobre per riunire le 50'000 firme necessarie alla riuscita del referendum. Il termine è stato pubblicato oggi sul Foglio federale.

La riforma si ripropone di compensare con nuovi sgravi l'abolizione degli statuti fiscali speciali di cui beneficiano holding, società di domicilio e miste. Invece di una proposta equilibrata e autofinanziata, la maggioranza di destra in parlamento ha moltiplicato i regali fiscali alle imprese, affermano i promotori del referendum.

Risultato: la Confederazione dovrà far fronte a perdite di 1,3 miliardi ai quali si aggiungono altri miliardi che verranno a mancare nella casse dei cantoni e dei comuni. Il comitato referendario si oppone al fatto che siano i contribuenti a dover colmare queste mancate entrate tramite i tagli alle prestazioni o un aumento delle imposte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS