Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera contribuisce con una cifra pari a 15 milioni di franchi ad un nuovo programma della Banca mondiale per rinforzare i mercati dei capitali nei paesi in via di sviluppo.

Il consigliere federale Johann Schneider-Ammann ha firmato oggi a Washington un accordo a margine della riunione primaverile di tale istituto finanziario e del Fondo Monetario internazionale (FMI).

L'obiettivo è realizzare dei mercati finanziari stabili e concorrenziali nei paesi importanti per il futuro sviluppo dell'economia mondiale. Il programma si rivolge ad una decina di paesi, tra cui i Paesi prioritari della Segreteria di Stato dell'economia (SECO).

Nel settore della cooperazione e dello sviluppo della SECO, Berna sostiene gli sforzi internazionali per accelerare la mobilitazione locale delle risorse finanziarie, ha affermato Schneider-Ammann. In totale, il programma prevede un importo di 50 milioni di dollari.

Il ministro dell'economia ha precisato che il piano aiuta il settore privato di tali paesi ad ottenere i finanziamenti necessari a favorire l'occupazione. Secondo lui in questo modo è possibile dare sopratutto ai giovani delle prospettive e delle possibilità nel mercato del lavoro stimolando così la crescita economica del paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS