Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli svizzeri continuano ad aver voglia di viaggiare. Anche nel 2014 nove persone su dieci hanno trascorso almeno una notte fuori casa. Il numero delle partenze è minore, ma in compenso la durata è maggiore.

Complessivamente sono stati registrati 21,2 milioni di viaggi con pernottamento (-4,8%).

In media ogni abitante nel 2014 ha compiuto 2,9 viaggi con pernottamento, indica oggi una pubblicazione dell'Ufficio federale di statistica (UST) precisando che quasi due terzi di questi è avvenuto all'estero. Inoltre si contano 10,3 partenze di un giorno a persona, la stragrande maggioranza in Svizzera.

In diminuzione è sopratutto il numero dei viaggi brevi all'interno della Confederazione, mentre quelli all'estero della durata di almeno quattro pernottamenti è cresciuto ancora.

A viaggiare di più sono stati gli svizzeri tra 25 e 44 anni (3,2 viaggi), al contrario le persone dai 65 anni in su si sono spostate di meno (2,2). I Ticinesi hanno svolto meno viaggi (2,2) rispetto agli svizzeri tedeschi e ai romandi (ciascuno 2,9).

Boom dei viaggi in Italia

Le destinazioni estere preferite nel 2014, secondo l'UST, sono state la Germania, l'Italia (entrambe 12%) e la Francia (9%). Lo scorso anno il numero dei viaggi in Italia è cresciuto di quasi un terzo. L'automobile è il veicolo più utilizzato per i viaggi con pernottamento, sopratutto per quelli nei Paesi confinanti.

In Svizzera a persona sono stati spesi in media 117 franchi al giorno per viaggio con pernottamento, all'estero 166 franchi. L'alloggio preferito dalla popolazione confederata è l'albergo, le partenze con pernottamento in tali strutture risultano anche essere state le più care (220 franchi a testa al giorno). Soggiorni presso conoscenti o parenti sono invece risultati i più economici (76 franchi) .

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS