Navigation

Lagarde, crescita Eurozona debole per fattori globali

Non è colpa dell'Eurozona se non vi è crescita. KEYSTONE/EPA/JULIEN WARNAND sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 dicembre 2019 - 16:05
(Keystone-ATS)

La debolezza della crescita dell'Eurozona è dovuta principalmente a fattori globali. Lo ha detto la presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde, durante un'audizione all'Europarlamento.

"Le prospettive dell'economia mondiale rimangono fiacche e incerte", ha detto l'ex direttrice del Fondo monetario internazionale. "Questo riduce la domanda di beni prodotti nell'Eurozona e influisce anche sul clima delle imprese e gli investimenti".

La Bce rimane risoluta nel perseguire il proprio mandato e la politica monetaria accomodate, un pilastro della domanda interna durante la ripresa, rimane invariata, ha insistito la 63enne in carica dal primo novembre.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.