Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una nuova carta con microchip di colore rosso sostituirà da agosto gli abbonamenti generali per i trasporti pubblici e quelli a metà prezzo. Si chiama "SwissPass" e offrirà anche prestazioni supplementari come gli abbonamenti delle comunità tariffarie, gli skipass e i servizi di condivisione Mobility e PubliBike.

Lo "SwissPass" sarà disponibile dal prossimo 15 giugno e dal primo agosto tutti gli abbonamenti generali e quelli a metà prezzo saranno rilasciati in questa forma, hanno reso noto l'Unione dei trasporti pubblici (UTP) e le FFS.

Sulla nuova carta di colore rosso saranno riportate la foto, il nome e la data di nascita del cliente, come pure un numero di identificazione anonimo. Lo "SwissPass" contiene un microchip di identificazione con tecnologia RFID, che permetterà di accedere a una banca dati in cui sono registrati i vari abbonamenti.

Gli abbonamenti rimangono gli stessi, ma il "nuovo strumento" permetterà di accedere ad altre prestazioni, come la possibilità di caricare sul microchip la giornaliera per una stazione sciistica acquistata su internet, ha detto oggi a Berna davanti alla stampa Jeannine Pilloud, responsabile del trasporto passeggeri presso le FFS.

Le offerte saranno estese progressivamente: vi prendono parte a partire dal primo agosto sette stazioni di montagna, oltre a Mobility e PubliBike. Dal 2016 sarà inoltre possibile caricare sulla carta gli abbonamenti di alcune comunità tariffarie.

Rinnovo automatico degli abbonamenti

Per gli utenti ci saranno diverse novità. La prima riguarda il rinnovo automatico degli abbonamenti generali e a metà prezzo. I clienti saranno comunque informati prima della scadenza, con la possibilità di disdire il contratto attraverso internet, allo sportello o per telefono.

Già oggi circa il 60% di tutti i clienti rinnovano i loro abbonamenti senza interruzione, ha dichiarato Pilloud. Il rinnovo automatico permetterà di ridurre il numero delle carte in circolazione. In caso di furto o smarrimento ci sarà inoltre la possibilità di far bloccare una carta, evitando così eventuali abusi.

Anche la modalità dei controlli cambierà. Invece di un semplice controllo visivo, i controllori dovranno scansionare lo "SwissPass" per verificare la validità degli abbonamenti.

Il tempo necessario per controllare un abbonamento generale aumenterà, ma gli scanner renderanno al contempo più rapida la lettura dei biglietti elettronici, ha detto Pilloud. I clienti potranno verificare in ogni momento i loro dati attraverso il sito internet www.swisspass.ch.

I responsabili del settore assicurano che la nuova carta rispetta le norme vigenti in materia di protezione della sfera privata. Il microchip non permette di localizzare i clienti. Il sistema registrerà i luoghi dove vengono effettuati i controlli, ma non i tragitti percorsi. I dati saranno cancellati dopo 90 giorni e non saranno ceduti a terzi a scopi commerciali, ha assicurato la rappresentante delle FFS.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS