Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono circa 3700 le persone gravemente infortunate che lo scorso anno sono tornate con successo nel mondo del lavoro. Si tratta dell'88% dei 4200 casi trattati dall'Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni (Suva) nel 2016.

Il reinserimento professionale è considerato riuscito se la persona interessata ha ritrovato un impiego senza percepire una rendita di invalidità, o se un'eventuale rendita è inferiore al 20%, indica la Suva in una nota odierna. Dei restanti 500 infortunati, 71 hanno ricevuto una rendita con tasso superiore al 90%.

Nella fascia di età compresa fra i 50 e i 60 anni, il reinserimento ha raggiunto un tasso di successo dell'80%. Fra i 20-50enni la percentuale sale al 90%, mentre fra chi ha meno di 20 anni addirittura al 99%.

Oltre un terzo degli infortunati seguiti dalla Suva nel 2016 lavorava nei settori dell'edilizia e dell'ingegneria. In questi settori il tasso di reinserimento è stato dell'87%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS