Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il lavoro temporaneo continua a crescere. Nel 2013 le persone che hanno lavorato ad interim in Svizzera sono state 303.000, in aumento dell'1,8% rispetto all'anno precedente. Complessivamente hanno fornito 161 milioni di ore di lavoro (+12,8%) per una massa salariale pari a 4,7 miliardi di franchi, in crescita del 6,3%.

Il fatturato delle aziende di collocamento è complessivamente ammontato a 6,5 miliardi di franchi (+6,3%), precisa stamani l'associazione Swissstaffing, che riunisce circa 300 imprese. In media, il settore è cresciuto negli ultimi dieci anni del 9,8% all'anno.

Per quanto riguarda l'anno in corso, l'avvio è stato buono, ma in primavera si è fatto sentire un rallentamento. Esso potrebbe essere l'annuncio di una insicurezza generale legata all'approvazione dell'iniziativa contro l'immigrazione di messa. "Il settore temporaneo - si legge nella nota - è spesso il primo a conoscere una inversione di tendenza"

SDA-ATS