Lo scorso anno la massa salariale dei lavoratori temporanei in Svizzera è aumentata del 7,1% rispetto al 2013 a 5 miliardi di franchi. Il giro d'affari delle aziende di servizi per il personale si è attestato a 7 miliardi.

Si tratta di una crescita oltre tre volte superiore a quella del prodotto interno lordo, indica in un comunicato odierno l'associazione del ramo Swissstaffing, secondo cui nell'ultimo decennio il settore del lavoro interinale è progredito mediamente ogni anno dell'8,25%. Nello stesso periodo, il pil ha registrato un aumento medio annuo del 2,6%.

Complessivamente, nel 2014 sono state collocate 316'000 persone (+7,5%), che hanno prestato 168 milioni di ore di lavoro (+4,5%).

Ma dopo l'abolizione della soglia di cambio minima con l'euro è atteso un anno difficile. Secondo l'indicatore settoriale swisstemptrend, da gennaio l'attività è calata del 9%.

"L'economia non può più fare a meno del lavoro temporaneo, poiché l'odierna pressione su ditte e lavoratori è spesso gestibile solo con impieghi flessibili", spiega Swissstaffing.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.