Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dall'inizio di luglio, le FFS distribuiscono buoni di viaggio per scusarsi dei ritardi di oltre un'ora anche se non è colpa loro. Finora i buoni, del valore di 10 o 15 franchi, venivano regalati solo per i treni a lunga percorrenza e se la colpa era dell'azienda.

Ora invece i "Rail Check Sorry" vengono offerti anche in caso di frane, intemperie o scioperi, ha detto il portavoce Daniele Pallecchi all'ats, confermando un'informazione pubblicata dalla "SonntagsZeitung". Le FFS si adeguano così a una sentenza della Corte di giustizia europea.

In base alla legislazione in vigore nell'Unione europea, le imprese di trasporto devono rimborsare almeno un quarto del biglietto in caso di ritardi superiori a un'ora. Per due ore, è la metà del prezzo. La Confederazione esamina attualmente se riprendere questa regolamentazione nel diritto svizzero.

I buoni di viaggio finora erano distribuiti su base volontaria. Nel 2012, le FFS hanno rimborsato in totale 1,9 milioni di franchi ai viaggiatori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS