Navigation

Le Pen accusa governo francese, "mente su tutto"

Le Pen accusa il governo. KEYSTONE/EPA/CHRISTOPHE PETIT TESSON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 marzo 2020 - 13:00
(Keystone-ATS)

Marine Le Pen accusa il governo francese di mentire "assolutamente su tutto, senza alcuna eccezione", a proposito dell'epidemia di coronavirus.

Intervistata ai microfoni di France Info, la leader del Rassemblement National ritiene inoltre che sia "di buon senso" chiedersi se il virus non sia "sfuggito da un laboratorio".

Secondo Le Pen, la "strategia del governo" guidato dal premier Edouard Philippe consiste "nel nascondere il livello di debolezza delle condizioni dei nostri stock, di impreparazione del nostro Paese, piuttosto che dire la verità". Il governo, accusa la presidente dell'ex Front National, non ha smesso di mentire nei campi più disparati, sia "sulle frontiere, le mascherine inutili, i tamponi inutili... Tutto ciò ha creato una situazione di sfiducia da parte della popolazione rispetto ai suoi dirigenti".

"L'unità nazionale - avverte Le Pen - non può realizzarsi intorno a una bugia. Non possono chiedere all'opposizione di sostenere le bugie e le incoerenze del governo", ha concluso Le Pen.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.