Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Le reti sociali spingono a consumi eccessivi

I social media come Instagram sembrano istigare gli svizzeri al consumo eccessivo.

KEYSTONE/EPA/SASCHA STEINBACH

(sda-ats)

Le reti sociali esercitano una pressione sui consumatori, che può portare ad acquisti eccessivi, superiori alle reali disponibilità finanziarie.

È quanto risulta da un'analisi della società di recupero crediti Intrum Justitia, realizzata nell'ambito del Rapporto annuale europeo sulla spesa dei consumatori. Dall'indagine emerge che molti svizzeri non rispettano le scadenze di pagamento delle fatture e alcuni di loro esauriscono regolarmente i limiti della carta di credito. Succede peraltro spesso, afferma Intrum, che i diretti interessati per saldare il dovuto chiedano denaro in prestito a familiari e amici.

Per un terzo della popolazione svizzera, il consumo eccessivo in relazione alle risorse disponibili può essere spiegato con la pressione esercitata dai social network. Tra gli intervistati, il 31% ha infatti affermato che la visualizzazione di articoli su Instagram, Facebook e altri social, così come la facilità degli acquisti online e le nuove modalità elettroniche di pagamento, spesso mettono a dura prova il portafoglio.

Gli svizzeri, stando all'inchiesta, mostrano un atteggiamento ambivalente. Circa l'80% giudica importante pagare le fatture con puntualità, ma il 54% ammette di aver accumulato ritardi "almeno una volta, talora più di cinque volte" nei pagamenti degli ultimi 12 mesi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.