Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente russo Vladimir Putin "ordinò personalmente" l'assassinio di Alexander Litvinenko, oppositore ed ex spia del KGB, avvelenato con polonio nel 2006 a Londra: lo ha affermato il legale della famiglia, Ben Emmerson.

Lo ha detto nella dichiarazione conclusiva nel processo in corso in Gran Bretagna. Lo riferisce la Bbc.

La vedova di Litvinenko, Marina, ha affermato che gli assassini del marito "sono stati smascherati".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS